Il gorgonzola in letteratura. Un formaggio d’ispirazione

gorgonzola-letteratura

Coordinatore editoriale: Enzo C. Beltrami
Casa editrice: Provincia di Milano
Anno: 2005
Pagine: 46

Breve pubblicazione del 2005 riportante le citazioni in letteratura sul formaggio gorgonzola. Da Alessandro Manzoni a Gianni Brera, Hermann Hesse e Giosuè Carducci: i maggiori scrittori e il gorgonzola.

Vero e proprio “personaggio letterario”, il gorgonzola è stato citato nei secoli da numerosi autori italiani ed esteri. Questo curioso libro voluto dalla Provincia di Milano e nato “per puro divertimento” ma con lo scopo di valorizzare una tra le più importanti produzioni del milanese, ne raccoglie una trentina: presentate in ordine cronologico, testimoniano la fama del gorgonzola in tempi e luoghi molto lontani dalla sua area d’origine.

Qualche esempio? L’astronomo francese Joseph Jerome de La lande lo cita nel 1765 nel racconto di un suo viaggio in Italia, compare tra gli scritti di Stendhal, di Alessandro Manzoni, dello stesso Gioachino Rossini, il compositore marchigiano noto anche come raffinato gastronomo. Ma la bontà del gorgonzola passa anche attraverso le parole di Giosuè Carducci, Hermann Hesse, James Joyce (che ne parla nel suo capolavoro Ulisse pubblicato a Parigi nel 1922), Alberto Moravia, Carlo Emilio Gadda…

La chiave di lettura di questo libro è insomma quella che definisce il gorgonzola come un vero e proprio “formaggio d’ispirazione”, nato per soddisfare esigenze di alimentazione primarie, ma presto divenuto alimento sociale entrando a far parte della vita quotidiana di tante generazioni di uomini.

  • Compartir en